Per chi

L’ Associazione “La Speranza Onlus” ha come Mission la cura e la riabilitazione delle persone affette da dipendenze patologiche.

La Comunità Terapeutica accoglie pazienti maggiorenni di sesso maschile, anche in terapia con farmaci sostitutivi o sottoposti alle misure alternative alla detenzione. Prima dell’ingresso in Struttura è previsto un colloquio preliminare di valutazione. L’ottica dell’intervento è di tipo clinico e

l’approccio utilizzato è integrato. Le metodologie e le tecniche utilizzate fanno riferimento alla terapia cognitivo - comportamentale e all’impostazione

psicosociale e sistemico - relazionale. Fanno parte degli strumenti utilizzati dall’Equipe Terapeutica le riunioni quotidiane, le assemblee e i seminari a tema, i gruppi terapeutici ed i colloqui individuali con psicoterapeuta, medico e psichiatra. Parte del Programma terapeutico poggia sulla quotidianità che viene strutturata con attività laboratoriali, artistiche, sportive e culturali. 

Con chi

L’Associazione opera attraverso personale in possesso dei titoli di studio specifici e dei requisiti previsti per l’autorizzazione alla realizzazione e all’esercizio delle attività sanitarie da parte delle strutture pubbliche e private della Regione Marche ai sensi della Legge Regionale 20.2000.

Il sistema organizzativo interno prevede percorsi di formazione, aggiornamento e supervisione. L’Equipe degli operatori è diretta dal Responsabile Terapeutico (Psicologo - Psicoterapeuta) ed è formata da minimo quattro operatori; inoltre il Centro Comunitario si avvale del supporto specifico del Medico e dello Psichiatra.

I Maestri d’arte ed i volontari aiutano l’Equipe nel perseguimento degli obiettivi previsti da ogni Programma Terapeutico Individualizzato redatto e verificato periodicamente con i Servizi invianti. Fin dall’ingresso in Comunità viene assegnato un Operatore di Riferimento per ogni paziente. Con la rete familiare - laddove possibile - si svolgono incontri periodici specifici che hanno l’obiettivo di lavorare sulle dinamiche relazionali e sulla comunicazione all’interno del sistema familiare. L’Associazione collabora con i servizi sociali e sanitari, Enti ed Istituzioni anche per eventuali percorsi mirati di reinserimento sociale. L’Associazione è componente del Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza CNCA e fa parte del Coordinamento Regionale degli Enti Ausiliari CREA.